Mediterranea18

Mediterrenean Landscapes alla Biennale dei Giovani Artisti del Mediterraneo. Dal 4 Maggio, a Tirana.

30|04 2017

Dal 4 al 28 maggio, in Albania, si svolgerà Mediterranea 18, la diciottesima edizione della Biennale dei Giovani Artisti del Mediterraneo promossa da BJCEM – Biennal des Jeunes Createurs de l’Europe et de la Mediterranée e dal Ministero della Cultura dell’Albania.

* 23 paesi d’Europa e del Mediterraneo
* 230 artisti. Fra questi, 15 giovani, selezionati dai soci Arci
* 6 giorni di esposizioni, concerti, performance, reading, film, workshop (dal 4 al 9 maggio)
* 29 location, fra Tirana e Durazzo
* 8 progetti collaborativi
daranno vita a quello che, a tutti gli effetti, è un importante “progetto di promozione di dialogo e connessione tra i popoli del Mediterraneo, che – come dice Carlo Testini, ARCI Nazionale (ArciReport, 28 aprile 2017) – in tempi bui come quelli che viviamo risulta essere straordinariamente prezioso”.

Storia + Conflitto + Sogno + Fallimento = CASA
Quanto tempo ci vorrebbe per elencare gli elementi che costituiscono ciò che chiamiamo “casa”? E quanto tempo ci vorrebbe per individuare quelli che possono distruggerla?
La “casa” della prossima edizione di Mediterranea 18 Young Artists Biennale si baserà su quattro elementi. La storia, un archivio contenente quantità inimmaginabili di storie individuali, di cui rimane memoria o sono dimenticate. Il conflitto, per riflettere sul modo in cui condividiamo le nostre case. Il sogno, inteso come progetto di una casa, come diritto umano fondamentale di essere liberi di scegliere e desiderare la propria casa, reale o immaginaria che sia. Il fallimento, come resistenza interiore ai vari tentativi che mutano lungo il percorso di ricerca della casa dei sogni.

Tra i progetti svolti in collaborazione con il network BJCEM, all’Ex Ambasciata di Yugoslavia, sarà presentato ed esposto il progetto di residenza Mediterranean Landscapes, promosso da ARCI Nazionale, ARCI Liguria e ARCI Lazio e sviluppato a partire dall’autunno del 2016.

18157253_680608025458627_8090282441034850251_n

Su ArciReport del 28 aprile 2017 ce ne parlano i curatori, Giuditta Nelli e Marco Trulli.

Mediterranean landscapes è un progetto di residenza itinerante che ha visto la partecipazione di cinque artisti (Chloè Despax, Giulio Rossi, Neža Knez, Ryts Monet, Ieva Saudargaitè), quattro curatori (tra gruppi e singoli: Giuditta Nelli, Marco Trulli, Pelagica e in collaborazione con A-Pois) e tre differenti aree territoriali. Il percorso della residenza – preceduto da una call pubblica, per la selezione degli artisti – ha lambito una geografia minore del Mediterraneo, concentrandosi su aree laterali rispetto ai grandi centri.

Il progetto fonda le proprie basi sulla convinzione che il paesaggio muti sensibilmente con lo spostamento delle persone, ridefinendosi continuamente con le mutazioni delle lingue e dell’abitare.

Le aree della Tuscia e del Tigullio e la città di Lubiana sono stati i tre paesaggi di riferimento per artisti provenienti da Italia, Belgio, Slovenia e Libano. Il tema del paesaggio Mediterraneo è stato quindi osservato da una prospettiva particolare, minore. Mediterranean Landscapes è stato un processo, che ha messo alla prova i paesaggi interrogati, gli artisti selezionati, i luoghi abitati e che esprime la propria sintesi nella sua tappa finale: Mediterranea 18. L’ex Ambasciata di Yugoslavia accoglie, infatti, il momento restitutivo dell’intero percorso. La mappa disegnata dalle opere degli artisti coinvolti prende forma, a Tirana e svela una geografia altra, fatta di discontinuità, passaggi, suoni, trasparenze, illusioni e visioni.

Mediterranean Landscapes è stato osservazione e sarà traduzione del paesaggio mediterraneo, con le sue pluralità, le sue identità in costruzione e le sue culture. Nato dalla volontà di rispondere alla domanda How do human imagination shape our landscapes? ha finito col chiedersi, spesso: quanto e come i paesaggi possono dare forma all’immaginazione? In Albania, dal 4 maggio, chiuderà il cerchio delle proprie riflessioni.

La Ville Ouverte | Mediterranean Landscapes è promosso da Arci Nazionale, Arci Liguria e Arci Lazio, in collaborazione con l’Associazione culturale ŠKUC e con RAJ Tunisie, come parte delle attività del network Bjcem – Association Biennale des Jeunes Créateurs de l’Europe et de la Méditerranée, sostenuto dal Programma dell’Unione Europea Creative Europe.

Il giorno 5 Maggio, alle 15.30, lo spazio espositivo di Mediterranean Landscapes ospiterà un talk con tutti i curatori e gli artisti dei diversi progetti collaborativi.

Su Facebook: https://www.facebook.com/events/1425746210821716
Per maggiori informazioni sull’intero programma: Mediterranea 18 Program.